BIRRA in the Cellar e Riccardo Francesconi

Visto che siete arrivati fin qui vi devo una presentazione, sono Riccardo Francesconi e da diversi anni lavoro a stretto contatto con la birra, la mia più grande passione, che si è evoluta nel progetto BIRRA in the Cellar, il quale rappresenta la mia voglia di condividere, con altri appassionati e curiosi, la miglior bevuta della vostra vita.

Troppo audace come dichiarazione? Ma se uniamo insieme esperienza, professionalità e una selezione costante di prodotti l’obiettivo non può che essere questo.
Ma andiamo nel vivo: fra le componenti che rendono BIRRA in the Cellar unica nel suo genere c’è sicuramente l’attenta selezione di prodotti, corredati da schede tecniche complete, provenienti da ogni angolo del mondo dove può crescere del malto, del luppolo o un Mastro Birraio creativo.

A questi si aggiungono i tantissimi consigli su come degustare la vostra birra preferita, scegliendo in primo luogo bicchiere e temperatura adeguati, fino ad arrivare all’occasione giusta per gustarla abbinandola al piatto che non immaginavate neanche potesse esaltarla a tal punto.

Se poi siete ancora alla ricerca del vostro stile vi consiglio di dare un occhiata ai Beer-Pack, che con i loro percorsi di degustazione sempre aggiornati potrebbero anche farvi scoprire un inaspettato feeling verso birre che non avevate ancora sentito nominare.

Ecco quindi spiegato perché BIRRA in the Cellar non è la solita Birroteca dove rimanere a ciondolare davanti ad etichette colorate ma sconosciute, mentre ci si chiede cosa stiamo facendo... Qui infatti non sarete lasciati soli, ma piuttosto accompagnati alla scoperta del prodotto, di cosa può offrire e alla fine sarete voi i primi a dire che ne vale assolutamente la pena!

DOVE TUTTO È COMINCIATO

Quando si racconta di birra è inevitabile iniziare la propria storia all’interno di un pub fumoso e con un publican eccentrico. Se a questo personaggio aggiungiamo un avventore convinto che le birre siano tutte uguali, ecco che ci scappa il morto.

Fortunatamente la mia storia non è finita così presto, il publican infatti si è fatto coraggio e ha deciso di essere il mio cicerone in questo nuovo mondo, raccontandomi storia e curiosità di ogni birra che scorreva nelle sue spine. E quindi, nonostante un avvio incerto, eccomi seduto finalmente al bancone, con una birra e tutta la sua storia mentre suona “Run Like Hell” dei Pink Floyd.

Ora vi chiedo, a questo punto poteva non scattare la scintilla? Personalmente più che una scintilla definirei la mia passione per la birra e per il mondo che la circonda un vero e proprio incendio, che alimento ogni giorno da anni con la mia formazione in campo. Sono partito da autodidatta, ma ben presto ho sentito che non bastava, volevo saperne sempre di più sulla degustazione, gli abbinamenti e la storia della birra, così sono approdato ai corsi di Fermento Birra fino al mio sogno nel cassetto: il Diploma da Biersommelier conseguito all’accademia Doemens di Monaco, vera e propria culla della birra.

Ancora oggi proseguo con la formazione, con l’iscrizione al Masters of Beer Doemens e sento che la mia voglia di sapere è ancora tanta, nonostante di birra ne sia già scorsa parecchia fra corsi, libri e locali. Diciamo che il mio viaggio non è ancora finito, ma lo considero a buon punto!

E sono anche spuntati i primi frutti in forma di manuale. Sto parlando del mio primo libro “STORIA della Birra for Beginners”, che se non avete letto vi invito a recuperare, anche perché la mia prima regola con la birra è la seguente: conoscere le origini di uno stile ne amplifica il piacere, quindi per godervi una birra al massimo prima dovete scoprire quello che la birra stessa può raccontarvi.

Sono ancora mille i progetti e le idee che mi frullano in mente, ma se dovessi scegliere dal mazzo la prima carta da giocare sceglierei sicuramente di riprendere con i miei viaggi, in perfetto stile “birra on the road”. Mi basta pensare alle nuove birre che potrei stappare, ai birrifici ancora da conoscere e già mi ritrovo con un biglietto o con le chiavi della macchina in mano, l’itinerario stampato in testa e al fianco Annachiara, la mia compagna di vita e di brindisi, pronto a fiondarmi nella prossima avventura dove entusiasmo e bollicine la faranno da padroni.

E voi non pensateci nemmeno a sentirvi esclusi, perché tutto quello che scoprirò ho intenzione di condividerlo con voi proprio qui, su Birra in the Cellar. A cominciare dal blog, dove voglio raccontarvi dei Mastri Birrai più incredibili e folli che si nascondono nelle loro sale di fermentazione, passando poi per lo Shop, dove metterò in bella mostra le loro nuove e freschissime creazioni e per finire, ovviamente in bellezza, con i Beer Pack, che vi faranno sentire parte dei miei viaggi ed esperienze.

Adesso però corro a stapparmi una birra, fatelo anche voi mi raccomando! Cheers – Riccardo Francesconi

close

10% DI SCONTO SUL TUO ORDINE

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER E RICEVI UNO SCONTO DEL 10% SUL TUO PRIMO ORDINE

Non inviamo spam! Leggi la nostra informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.