Amiata • Mina vagante • Double IPA • 330ml

Nazione:
Italia

Stile:
Double IPA

Gradazione:
8,0 %

Colore:
Ambra chiaro

Aroma:
Frutta tropicale, agrumi, resina di pino

Gusto:
Amaro

Ingredienti e Allergeni: Acqua, malto d’orzo, luppolo e lievito

Formato: 330ml lattina

4,70 

5 disponibili

Descrizione

Note di degustazione:

“Mina Vagante” del birrifico Amiata è una birra color ambra con schiuma abbondante color avorio. Al naso sprigiona toni resinosi e di frutta tropicale. La bevuta, nonostante la sua stazza, scorre bene e il finale amaro riesce a rendere il tutto dissetante.

Bicchiere:
IPA glass

T° servizio:
9 °C

Abbinamenti:Anatra in salsa d’Arancia, pollo Vindaloo, quesadillas

 

Birrificio:

Birra Amiata nasce ad Arcidosso in provincia di Grosseto sul Monte Amiata nel 2006. Un birrificio longevo e quasi pioniere che ha dovuto far fronte a tutte le sfide che si è trovato davanti in questi anni.
È il primo birrificio italiano ad aver prodotto una Gose e continua tutt’oggi a produrre una delle sue birre iconiche, quella alle castagne. Seleziona i migliori ingredienti tra malti, luppoli e lieviti per produrre le proprie birre, ma, dagli ultimi anni, si appoggia a impianti non propri per dare vita alle proprie ricette. Questa scelta ha permesso al mastro birraio di poter lavorare con tecnologie e macchinari all’avanguardia e poter scegliere anche un impianto piuttosto che un altro a seconda dello stile di birra che si voleva produrre.

Dal birrificio ci dicono questo: “oggi Birra Amiata è un marchio che ispira fiducia ed affidabilità. Ha fatto in passato la storia della Birra Artigianale per la ripresa di antichi stili brassicoli europei (prima “Gose” italiana, prima “Grodzinsky ” prodotta in Italia etc.) e per la produzione continuativa di birra alle castagne e continuerà a proporre birre valide e bevibili”

 

Lo stile Double IPA :

Le Double IPA sono nate durante la metà degli anni 90’ per andare incontro ai consumatori che adorano i luppoli e le particolarità delle IPA in stile americano. Sono caratterizzate da un’ aroma di luppoli, principalmente, american style. Troviamo, infatti, frutta agrumata e note resinose. In bocca sono birre con una buona morbidezza data dai malti che fanno da spalla alla luppolatura. L’amaro sul finale dovrebbe essere elegante, ma spesso è facile trovare anche Double IPA dall’amaro graffiante proprio per sottolineare il loro carattere aggressivo. Questo riflette la tendenza a voler “passare il limite” fatto che ne fece scaturire la nascita un tempo, ma che continua ad essere una tendenza ancora seguita dai birrifici artigianali.
Non ci si può stupire, quindi, se l’amaro di questa birra complessa al naso e in bocca chiuda con un finale amaro che va dall’elevato all’elevatissimo. Inoltre il grado alcolico va nella stessa direzione assestandosi sopra al livello a cui siamo abituati con la IPA.
Negli ultimi anni è stato sviluppato un nuovo sotto-stile di IPA chiamato Quadrupel IPA. Riprende in qualche modo tutti i caratteri della Double, ma con ancora più forza in tutto: corposità morbida, grado alcolico, luppoli.
Range dal BJCP – Grado Plato : 16,5 – 21 | EBC: 12 – 28 | Alcol : 7,5 – 10° | IBU: 60 – 120

Informazioni aggiuntive

Fermentazione

Alta

Gradi Plato

/

Malti

/

EBC

/

Luppoli

/

IBU

/

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Amiata • Mina vagante • Double IPA • 330ml”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.