St Bernardus • Abt 12 • Abbey Quadrupel • 330ml

Nazione:
Belgio

Stile:
Abbey Quadrupel

Gradazione:
10 %

Colore:
Mogano

Aroma:
Caramello, frutta, spezie

Gusto:
Morbido, finale secco

Ingredienti e Allergeni: Acqua, malto d’orzo, luppolo, zucchero, lievito

Formato: 330ml vetro

3,78 

Disponibile

Descrizione

Note di degustazione:

“St Bernardus Abt 12 ” del birrificio St Bernardus è una birra color mogano dalla schiuma beige chiara, fine e compatta. Al naso i profumi sono di caramello, di frutta con lievi tostature che ricordano la frutta secca. In bocca è una birra morbida con note speziate. Il finale è secco.

Bicchiere:
Coppa

T° servizio:
11 °C

Abbinamenti:
Stufato fiammingo di manzo alla birra, peposo, gorgonzola, Gianduiotto

 

Birrificio:

St. Bernardus Brouwerij è il birrificio di ispirazione monastica nel quale è impossibile veder girare un monaco. Eppure le sue birre riflettono quanto di più gustoso e eccellente la tradizione monastica belga, evolvendosi, ci possa ancora offrire.

La leggenda vuole che l’acqua utilizzata dal birrificio sia tutt’oggi quella caduta dal cielo ai tempi di Giovanna d’Arco, a circa 152 metri di profondità sotto al suolo del birrificio.

Sulla loro etichetta è disegnato un monaco perché di fatto tutto nacque dai monaci dell’abbazia di Catsberg in Francia, che si spostarono a causa dell’anticlericalismo francese. Arrivarono a Watou, città situata nelle Fiandre Occidentali del Belgio, e lì istituirono il Rifugio di Notre Dame di St. Bernard. I monaci in questione a dir la verità producevano formaggio e lo produssero fino al 1934, quando ritornarono in Francia. A quel punto il caseificio venne acquistato da un privato, il quale nel 1946 iniziò a produrre, oltre al formaggio, birra su richiesta del birrificio St. Sixtus (a pochi chilometri di distanza) occupandosi, nel frattempo, anche della commercializzazione della birra. Per fare ciò l’abbazia di St Sixtus mandò il proprio mastro birraio a trasferire il proprio know how, e probabilmente anche il lievito, al birrificio. Solo nel 1992 la birra prodotta prese il nome di St.Bernardus, perché l’accordo tra i due terminò in quanto la birra trappista di St.Sixtus (St.Sixtus è un’abbazia trappista) non poteva essere prodotta fuori dalle mura dell’abbazia.

Dal birrificio ci dicono questo: “Goditi il tuo nettare celeste”

 

Lo stile Quadrupel:

La Quadrupel fa parte delle Belgian Dark Strong Ale e per dirla tutta i due termini possono essere considerati per indicare la stessa birra.
Potremmo dire che la Quadrupel, da un punto di vista gustativo, è più secca e digeribile rispetto ad una Belgian Dark Strong Ale. Le Quadrupel nascono all’interno di un birrificio trappista durante gli anni 80’. Le birre tipiche di questi monasteri si distinguono per complessità, corposità e secchezza finale e anche questo stile di birra non delude in questo senso.
La Quadrupel è una birra scura caratterizzata da note complesse derivate dai malti mixate con sentori fruttati e speziati (liquirizia in primis). In bocca il luppolo viene meno e cede il passo a toni maltati decisi e a un corpo molto morbido e rotondo che viene alleggerito dall’utilizzo, tipico belga, di zucchero liquido. È l’identikit perfetto per una birra natalizia.

Range dal BJCP – Gradi Plato: 18,2 -25,9° | EBC: 24 – 44 | IBU: 20 – 35 | Alcol: 8 – 12 ° |

Informazioni aggiuntive

Fermentazione

Alta

Gradi Plato

20

Malti

/

EBC

60

Luppoli

/

IBU

20

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “St Bernardus • Abt 12 • Abbey Quadrupel • 330ml”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Conferma la tua età
Spunta la casella qua sotto se hai più di 18 anni e clicca "conferma"